cerca nel sitoCerca
      

Cos’è un motore di ricerca?

Volendo essere sintetici possiamo definire i motori di ricerca come un elenco pressocchè infinito di informazioni ordinate secondo dei criteri matematici.

Questi criteri matematici sono degli algoritmi proprietari di ogni motore di ricerca, Google ha i suoi come Bing, Yandex, Yahoo ed altri.
Gli algoritmi sono quindi il vero "motore" per il corretto funzionamento dei motori di ricerca, essi elaborano le nostre ricerche “query” e ci restituiscono una lista di risultati il più vicini possibile a quello che stiamo effettivamente cercando, ordinandoli in genere per pertinenza ed autorevolezza.
Meglio i motori riescono a soddisfare le nostre “query”, più potente e raffinato sarà il motore. D’altra parte una buona ricerca dovrebbe anche partire da una corretta formulazione della nostra query, nella sua formulazione dovremmo tenere in mente tre punti fondamentali:
  • Organizzazione delle idee – cosa stiamo cercando esattamente?
  • Scelta delle informazioni desiderate – cerchiamo di essere il più specifici possibile, identificando tipologie, aree geografiche ecc
  • Impostazione della forma verbale – la nostra query dovrà essere semanticamente corretta e dovrà contenere una o più chiavi di ricerca, inoltre dovrà essere scritta in una certa maniera in modo da essere correttamente interpretata da Google.

Interpretazione di una query in Google

Per quanto Google ed i motori di ricerca di terza generazione siano efficaci nel "leggerci nel pensiero" ed azzeccare cosa intendiamo quando effettuiamo una determinata ricerca, bisognerebbe tenere conto di come Google interpreta la sintassi di una determinata query.
Facendo un esempio pratico, se cercassimo su Google.it le frasi:
  • bianco nero
  • bianco-nero
  • bianconero
noteremmo dei risultati di ricerca diversi, la disposizione dei risultati di ricerca è continuamente variabile e dipende da vari fattori, ma è importante notare come la ricerca produrrà dei risultati sostanzialmente diversi. Questo avviene perché gli spazi nella query di ricerca sono interpretati come congiunzione “e”, quindi nel caso di "bianco nero" il motore ricercherà simultaneamente la parola chiave "bianco" e la parola chiave "nero", interpretandole letteralmente e semanticamente; nel secondo caso similmente, il trattino, fungendo da collegamento, farà interpretare al motore di ricerca le due distinte chiavi "bianco" e "nero" presentandole in maniera meno divisa e più continuativa; nel terzo caso anche se i motori di ricerca riescono a scomporre la frase "bianconero" nelle due frasi "bianco" e "nero", la query farà intendere a Google che stiamo cercando una squadra di calcio, verranno quindi presentati per primi i siti della Juve e calcistici.

Con l’arrivo dei motori di terza generazione e del web semantico, ossia l’attribuzione di vari e specifici significati alle keyword nelle query di ricerca, i risultati delle "SERP", (pagina dei risultati del motore di ricerca) dipendono da vari fattori come il contesto, l’area geografica e la profilazione; se volessimo cercare informazioni sulla città di Catania potremmo scrivere:
  • Catania
  • CT
  • 95100
I risultati ottenuti sarebbero influenzati alla nostra area geografica ad esempio.
Se cercassimo "pizza da asporto", troveremmo le pizzerie che si trovano nei nostri paraggi.
Inoltre la profilazione dei nostri comportamenti su internet consente ai motori di ricerca di identificare e interpretare in maniera "personalizzata" l'intenzione delle nostre query o "search intent", se ad esempio fossimo donatori abituali verso alcune associazioni umanitarie che operano in Africa, cercando la chiave "Africa" su Google, sarebbe molto probabile che ci vengano mostrati dei risultati diversi rispetto a chi è appassionato di caccia e safari in Africa.

La corretta interpretazione delle query di ricerca è quindi un aspetto molto attuale e importante per i motori di ricerca moderni e nel "web semantico".


Vedi anche

Compressione delle immagini
Come evitare i testi duplicati
SEO e Webmarketing in Russia
Brand Audit

Hosting SEO.

Investire in Russia.

HTML5

Certificati SSL free



Ultimi commenti

Commenti (0)


Scrivi un commento






Tag permessi: <b><i><br>Aggiungi un nuovo commento: