cerca nel sitoCerca

Hosting ottimizzato SEO

Come scegliere il servizio hosting per un buon SEO.

Ci sono davvero tante aziende oggi che offrono ottimi servizi a prezzi contenuti e scegliere tra le tante offerte non è davvero cosa semplice, ci sono però alcune cose che dovremmo sempre tenere a mente quando dobbiamo selezionare il servizio hosting che fa per noi.

Non esiste una soluzione che vada bene per tutti, ma dipende dalle nostre esigenze e aspettative. Abbiamo o puntiamo ad avere molte visite? Necessitiamo di configurazioni particolari? Qual è il nostro budget?

Le tipologie di hosting sono essenzialmente tre, condiviso, VPS / VPS cloud e dedicato.

L’ hosting condiviso è appunto per definizione uno spazio utente all’interno di un sistema (server) che offre agli utenti dei servizi standard, condividendo le risorse hardware, software e di rete.

VPS ossia server privato virtuale, è uno spazio a noi assegnato all’ interno di un server che condivide le risorse hardware tra i vari utenti. Su una VPS è possibile installare e gestire indipendentemente sia il sistema operativo che le applicazioni di cui abbiamo bisogno, ottenendo un controllo pressoché totale del nostro spazio server.

Il VPS cloud o nuvola informatica, è una specie di vps che utilizza la tecnologia del cloud computing. Diversi computer sono collegati tra di loro per offrire una grande quantità di risorse che possono essere utilizzate dagli utenti al momento in cui queste sono effettivamente richieste. Quando una parte di queste risorse non sono più richieste, ritornano nuovamente sul cloud, disponibili per chi dovesse nuovamente richiederle. Questo è particolarmente vantaggioso per chi offre il servizio hosting, facendo risparmiare sulle risorse (ram, cpu,spazio disco ecc..), dato che vengono utilizzate solo quelle realmente richieste.

L’hosting su server dedicato consiste in un vero e proprio computer collegato ad internet a noi dedicato e gestibile da remoto tramite gli strumenti messi a disposizione dalla compagnia di hosting. Tutte le risorse hardware a noi dedicate saranno effettivamente le risorse massime che il computer può offrire. Come nella vps è possibile installare il sistema operativo che vogliamo e avere il controllo totale sulla configurazione.

Vediamo quali sono i pregi ed i difetti di ogni soluzione.

Hosting condiviso o shared hosting

I pregi di questa soluzione sono due, il prezzo estremamente contenuto e la facilità di gestione. Possiamo scegliere questa soluzione se abbiamo un piccolo sito e non abbiamo grandi ambizioni di visibilità. I punti a sfavore di questa soluzione sono legati al fatto che il server su cui è installato il nostro sito ospita tanti altri siti condividendo oltre che le risorse hardware (cpu, ram, hard disk) anche lo stesso ip (alcune aziende offrono ip dedicato pagando un extra), quindi nel caso uno di questi siti condivisi venga penalizzato per qualsiasi motivo, è possibile che anche il nostro sito venga penalizzato, retrocedendo nei risultati dei motori di ricerca o peggio rendendolo di fatto invisibile. Un’altra considerazione deve essere fatta per quanto riguarda la sicurezza dei nostri dati, spesso questi server hanno per forza di cose configurazioni accomodanti che vanno “bene per tutti” e questo ne limita la sicurezza, inoltre le prestazioni possono essere in alcune ore della giornata davvero pessime rendendo la navigazione del sito lenta al punto di perdere visitatori, annoiati dai lunghi caricamenti di pagina. Inoltre anche i motori di ricerca preferiscono i siti leggeri e veloci.

VPS

Una soluzione molto usata per via dei costi contenuti e dalla elevata possibilità di personalizzazione, risulta adatta sia a piccoli siti, sia a siti aziendali che necessitano buone prestazioni e configurazioni web personalizzate. Le vps utilizzano uno o più ip dedicati e le risorse hardware dipendono dal contratto stipulato con l’hosting. Anche qui però, come per l’hosting condiviso vale il discorso (anche se di incidenza minore), che le prestazioni reali, dipendono dall’uso che gli altri utenti fanno delle risorse a loro assegnate e dalla quantità di VPS presenti sullo stesso server. Se ad esempio decidessimo di utilizzare una vps situata in America, dove gran parte degli utenti sono americani, è possibile che durante i backup notturni il server risulti sotto carico peggiorando in maniera significativa le prestazioni della nostra VPS nelle ore diurne Italiane.

VPS cloud.

Come una semplice VPS utilizza generalmente Ip dedicati, ma ha un costo maggiore e una non semplice configurazione per mantenere alti standard di sicurezza.

Il Server dedicato è sicuramente la soluzione migliore da chi cerca sicurezza e prestazioni stabili, due voci importantissime in ambito SEO. Esistono oggi alcuni provider che offrono piccoli server dedicati con prestazioni decenti e a prezzi abbordabili a patto di saper configurare e gestire un server web, mail ecc.. comunque praticamente tutti i servizi hosting prevedono anche dei piani managed ossia gestiti da personale specializzato.


Dovendo tirare le somme direi che una VPS affidabile o un server dedicato, magari collocato nella zona target della vostra clientela, vanno sempre bene, in aggiunta all'affidabilita' poi potremmo utilizzare mod_pagespeed per gli hosting Linux, FreeBSD purtroppo non supporta piu' ufficialmente questo utile modulo, esistono tuttavia alternative abbastanza valide come ad esempio l'utilizzo di memcache e php-fpm che velocizzano quanto meno il sito.

Nel caso vogliate approfondire l’argomento e masticate l’Inglese, vi consiglio di frequentare questo forum http://www.webhostingtalk.com troverete molte esperienze e consigli per aiutarvi a scegliere il servizio a voi più adatto.



Vedi anche

Compressione delle immagini
Come evitare i testi duplicati
SEO e Webmarketing in Russia
Brand Audit

Investire in Russia.

HTML5

Certificati SSL free



Ultimi commenti

Commenti (0)


Scrivi un commento






Tag permessi: <b><i><br>Aggiungi un nuovo commento: